Tommaso Savioli

Contenuto della fisarmonica

Nasce a Faenza il 5-3-1984 a Faenza trascorre i primi 30 anni della sua vita nella casa natale a Massa Lombarda, una piccola città di provincia Vicino a Imola.
Sin da piccolo sviluppa una grande curiosità per la meccanica ed in particolare per i motocicli; la vita in campagna gli rende possibile l’utilizzo di diversi mezzi a motore e la vicinanza con il circuito di Imola gli permette di avvicinarsi alla passione per il mondo delle corse su strada.
Nel 2004 si diploma presso il liceo scientifico “G.Ricci Curbastro” di Lugo e subito dopo si iscrive al corso di Laurea in ingegneria meccanica dell’università di Ferrara.
Nel 2010 consegue il titolo di dottore in ingegneria meccanica con una tesi sullo studio di afferraggi per prove di trazione su provini plastici. Nel frattempo, si dedica assiduamente alla pratica del motocross e scooter velocità partecipando a qualche gara minore.
Nel settembre dello stesso anno si iscrive al corso di Laurea Magistrale in ingegneria del veicolo a Modena, la scelta ricade qui per la naturale propensione e passione verso i motori a combustione interna.
Nel 2014 si Laurea in ingegneria del veicolo con una tesi sullo studio del ricambio della carica sui motori a 2 tempi veloci. Il primo impiego è proprio presso Unimore continuando lo studio di tali propulsori per 5 anni nel gruppo di ricerca guidato dal Prof. Enrico Mattarelli. In questo periodo di permanenza all’università scrive diverse pubblicazioni scientifiche sullo studio sperimentale dei motori a combustione interna, e sviluppa progetta e realizza primi prototipi di Motori a due tempi sperimentando le tecniche di rapid prototyping. Progetta in collaborazione con Rimini Lambretta Centre un propulsore 2T per applicazione motociclistica.
Nel 2018 dopo 5 anni da ricercatore decide di intraprendere un nuovo percorso professionale e viene assunto da Teoresi S.p.A. come consulente; dapprima collabora con la Magneti Marelli alla calibrazione sperimentale delle emissioni inquinanti nell’ambito del progetto Giorgio FCA e successivamente passa in Maserati S.p.A. occupandosi dei veicoli Levante e Ghibli in ambito guidabilità.
Il 21 Aprile 2020 fonda Atris Engineering con l’amico e collega Antonio Bandello
Dal 1° Maggio 2020 lavora come CEO in Atris e si occupa della supervisione del progetto europeo “Blu Spark” collaborando con Primavis s.r.l.

Antonio Bandello

Contenuto della fisarmonica
Nasce a Scorrano il 27-4-1989 e vive a Cutrofiano, un piccolo paese della provincia di Lecce, fino all’età di 23 anni. Cresce con il mito della Ferrari, e spinto dallo zio Roberto (appassionato di corse e motori) sviluppa una grande curiosità per la meccanica e le supercar. La vita troppo tranquilla in un paese di provincia lo porta giocare troppo spesso con il cinquantino regalatogli dai genitori, sperimentando la meccanica nel garage della nonna. Nel 2008 si diploma presso il liceo scientifico “A.Vallone” di Galatina e nel 2011 decide di trasferirsi per intraprendere il corso di Laurea in ingegneria meccanica presso il Politecnico di Torino. Nel 2016 si laurea con una tesi su un modello statico di una CVT, per la quale riceve anche il premio “TECO Awards” da parte di ASSIOT e Shaeffler, ed è in questo momento che incontra l’amico Tommaso Savioli il quale lo contatta per proporgli una collaborazione nella realizzazione di una trasmissione per il suo prototipo. Nello stesso anno intraprende il corso di Laurea Magistrale in ingegneria meccanica presso l’Alma Mater di Bologna dove incontra il professor Nicolò Cavina che gli trasmette l’interesse per il mondo della modellazione fisica dei motori e del loro controllo. Consegue la Laurea Magistrale in ingegneria meccanica nel Marzo 2019, seguito dal professor Cavina, con una tesi sviluppata presso la Malossi S.p.A. in cui progetta e realizza una trasmissione CVT elettro-attuata e relativo sistema di controllo elettronico per veicoli da competizione. Da Aprile 2019 lavora nel reparto applicazione in Magneti Marelli a Bologna in cui si occupa di metodologie di sperimentazione per la calibrazione motore (DOE). A settembre 2019 viene assunto da Teoresi S.p.A. lavorando come consulente per Maserati S.p.A. dove si occupa della calibrazione sperimentale dei motori V6 90° ad alte prestazioni. Il 21 Aprile 2020 fonda Atris Engineering con l’amico e collega Tommaso Savioli. Dal 1° Maggio 2020 lavora come CTO in Atris e si occupa della supervisione del progetto europeo “Blu Spark” collaborando con Primavis s.r.l.